II motore nell’impastatrice, meglio a presa diretta o indiretta?

Chi è in procinto di acquistare un’impastatrice per la prima volta o un nuovo modello in sostituzione di quello vecchio dovrà fare attenzione a una serie di fattori primari, per non dire fondamentali, che si consiglia di tenere a mente per poter fare la scelta giusta. Assicurarsi, prima di tutto, che il corpo macchina presenti una base sufficientemente larga e stabile, soprattutto in considerazione del lavoro che aspetta l’impastatrice, a tal proposito si suggerisce di non acquistare una macchina con peso inferiore ai 4 chili perché risulterebbe troppo leggera e ‘ballerina’, con il rischio di capovolgersi e mandare per aria tutti gli ingredienti introdotti nel contenitore. Stesso discorso vale, all’incontrario, per impastatrici troppo pesanti che potrebbero rivelarsi poco pratiche e maneggevoli. La potenza di un’impastatrice dev’essere, di norma, compresa fra 500 e 1200, il range che comprende il wattaggio occorrente… Leggi Tutto

Avvitatori, c’è batteria e batteria

Chi pensa che avvitare un bullone o una vite sia un’operazione banale da poter fare con qualsiasi attrezzo è fuori strada. Un buon avvitatore è un concentrato di qualità, funzioni e caratteristiche diverse e va saputo scegliere adeguatamente a seconda del lavoro da fare. L’alimentazione è uno dei fattori principali nella scelta di un avvitatore. Negli avvitatori di ultima generazione la batteria è uno degli elementi da tenere in maggiore considerazione, tutto sta a vedere l’utilizzo e la tipologia. Non tutte le batterie sono uguali, alcune sono al litio oppure di tipo Ni-Cd e Ni-Mh. A seconda del tipo di batteria dipendono anche le prestazioni dell’attrezzo, sia in termini di potenza che di autonomia. Gli avvitatori elettrici in commercio, di cui si può visionare un’ampia selezione su www.avvitatoremigliore.it, sono tutti provvisti di batteria ricaricabile. Ma c’è batteria e batteria,… Leggi Tutto