Avvitatori, c’è batteria e batteria

Chi pensa che avvitare un bullone o una vite sia un’operazione banale da poter fare con qualsiasi attrezzo è fuori strada. Un buon avvitatore è un concentrato di qualità, funzioni e caratteristiche diverse e va saputo scegliere adeguatamente a seconda del lavoro da fare. L’alimentazione è uno dei fattori principali nella scelta di un avvitatore. Negli avvitatori di ultima generazione la batteria è uno degli elementi da tenere in maggiore considerazione, tutto sta a vedere l’utilizzo e la tipologia. Non tutte le batterie sono uguali, alcune sono al litio oppure di tipo Ni-Cd e Ni-Mh. A seconda del tipo di batteria dipendono anche le prestazioni dell’attrezzo, sia in termini di potenza che di autonomia. Gli avvitatori elettrici in commercio, di cui si può visionare un’ampia selezione su www.avvitatoremigliore.it, sono tutti provvisti di batteria ricaricabile.

Ma c’è batteria e batteria, non tutte infatti garantiscono gli stessi risultati in fatto di qualità. Entrando più in dettaglio, le batterie NiCd sono le più diffuse e vendute, il motivo è presto detto, sono infatti le più economiche e durevoli, anche se non certo le migliori, oltretutto per via dell’effetto ‘memoria’ vanno scaricate ogni volta per non appesantirle e saturarle di dati. Di qualità superiore le batterie Nimh, una via di mezzo fra le NiCd e quelle al litio, di gran lunga le migliori. Le batterie NiMh rispetto alle prime durano il doppio e non fanno i conti con l’effetto ‘memoria’, solitamente sono montate su modelli di fascia medio-alta. E veniamo alle batterie agli ioni di litio.

 modelli che le montano sono fra i più avanzati e performanti sul mercato, costano di più perché valgono di più, in quanto ad avvitatori con questo tipo di batteria si può chiedere di tutto. Le batterie al litio consentono di ottenere performances di altissimi livelli, che permettono all’attrezzo di girare alla massima potenza senza scaricarsi. La loro potenza si misura in ampere, più questo valore sarà elevato più alte saranno le prestazioni dell’avvitatore. Se non si vuole rischiare un acquisto sbagliato, si possono scegliere avvitatori che montano batterie al litio con valori compresi fra 1 e 1,5 ampere e si va sul sicuro.