Gli epilatori a luce pulsata per rimuovere i peli

Gli epilatori a luce pulsata sono apparecchi utili per rimuovere in modo semi-permanente il pelo. Questi strumenti sono caratterizzati da una lampada in grado di bruciare il follicolo e di rendere la peluria sempre più debole sino ad arrivare alla scomparsa della ricrescita. Di modelli in commercio ve ne sono davvero tanti.

Prima dell’epilazione, dobbiamo tener conto di alcuni aspetti. Prima di tutto i peli non devono essere più lunghi di un millimetro. La pelle, su cui agire, dovrà essere inoltre asciutta e pulita. E’ importante coprire con una matita di colore bianco tutti i nei e le macchie in modo da evitare di passarvi sopra con l’apparecchio. Per una questione di comodità e di sicurezza, durante il trattamento, potete utilizzare degli occhialini protettivi.

Come si usa

Gli epilatori a luce pulsata possono essere sia cordless che modelli con cavo. In quest’ultimo caso sarà meglio trovare una posizione comoda per effettuare l’epilazione senza difficoltà e senza che il filo funga da intralcio. Il primo passo da fare riguarda la scelta del livello di energia: questa va selezionata in base al fototipo della pelle. Si va dal primo al quinto livello a seconda del colore della carnagione e della quantità di peli da rimuovere. Poi si passa a scegliere il tipo di flash: gli impulsi emessi dall’apparecchio possono essere continui oppure singoli. Si usa un flash unico soprattutto quando stiamo trattando una particolare zona ed occorre molta precisione.

L’epilatore a luce pulsata va posizionato in modo corretto: è necessario che ci sia un contatto tra la lampada e la zona da trattare. Lo strumento dovrà essere spostato in modo tale che possa scorrere lentamente su tutta l’area del corpo in cui intendiamo rimuovere i peli. Meglio evitare di usare l’epilatore a luce pulsata se la pelle è stata esposta al sole ed è ancora arrossata o addirittura soggetta a scottature.

Gli epilatori a luce pulsata vengono usati da persone di entrambi i sessi. Negli ultimi anni, infatti, sono molti gli uomini che si sono affacciati al mondo dell’epilazione. Questi apparecchi possono essere impiegati anche per epilare le zone intime. Bisogna, però, evitare di far entrare la lampada a contatto con le mucose. Completamente sbagliato, infine, aumentare la frequenza dei trattamenti: bisogna sempre attendere la ricrescita del pelo. Solitamente, durante le prime sedute, bisogna aspettare due settimane. Poi la frequenza dovrà essere mensile per i mesi successivi.